Sindaco – Andrea Bianchi

Sindaco Andrea Bianchi

DATI PERSONALI

Nato a Milano il 2 luglio 1978, vive a Trenzano dal 1994 ed è sposato con Alessia. Diplomato presso il Liceo Scientifico “G.Galilei” di Palazzolo sull’Oglio. Ad inizio mandato, considerata la situazione ereditata, ha deciso di sospendere gli studi universitari presso la Facoltà di Ingegneria Civile dell’Università di Bergamo, per dedicarsi a tampo pieno all’onorevole ed onerosa attività amministrativa.

Svolgeva l’attività di Consulente nell’ambito della sicurezza nei cantieri edili, occupandosi in prevalenza di organizzare, gestire e tenere corsi specifici per i lavoratori. Collaborava con primari enti ed associazioni di categoria. Dal 3 maggio 2010 è stato Consigliere di Amministrazione dell’AATO di Brescia. L’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale è stata individuata dal legislatore nazionale, con la legge 5 gennaio 1994, n. 36 (Legge Galli), lo strumento per il raggiungimento di un maggior livello di efficacia ed efficienza del servizio idrico e al tempo stesso per garantire nel tempo la salvaguardia qualitativa e quantitativa della risorsa idrica. Il 1° luglio 2011 l’AATO di Brescia è stata soppressa in virtù della legge 26 marzo 2010, n. 42 (G.U. del 27 marzo 2010 – n. 72), che ha convertito il decreto-legge 25 gennaio 2010, n. 2, e con la quale sono state soppresse tutte le autorità d’ambito territoriale di cui agli articoli 148 e 201 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modificazioni (art. 1, comma 1-quinquies).

ESPERIENZE ED INCARICHI POLITICI

Dopo una breve esperienza politica tra i giovani di Forza Italia nel 1994, alle elezioni amministrative del giugno 2004 si candida al Consiglio Comunale per la lista Forza Trenzano-Cossirano. In seguito all’esito elettorale, risulta essere il più preferenziato della sua lista, viene eletto Consigliere Comunale di minoranza del Comune di Trenzano; incarico che ricopre fino al 2008, periodo durante il quale diviene anche: membro della Commissione Edilizia, della Commissione Cultura e della Commissione Servizi Sociali.

Nel 2005 si iscrive nuovamente a Forza Italia e nel 2006, in occasione della campagna elettorale delle elezioni politiche, entra nel direttivo del Motore Azzurro del Collegio 29 come referente dei Giovani di Forza Italia. Sempre nel 2006 è tra i soci fondatori dell’Associazione Forza Trenzano-Cossirano.

Nel 2007 viene eletto all’unanimità Coordinatore Comunale di Forza Italia dal congresso cittadino di Trenzano e alle elezioni di sabato 13 e domenica 14 aprile 2008 è per la prima volta candidato sindaco per la lista Trenzano-Cossirano delle Libertà, sostenuta da Il Popolo della Libertà, Lega Nord ed Associazione Forza Trenzano-Cossirano. Ottiene 1.026 preferenze pari al 30% dei votanti, risultando il più votato tra i quattro candidati con uno scarto sul secondo di oltre il 5 %. E’ stato proclamato Sindaco del Comune di Trenzano in data 15 aprile 2008.

Nel 2010 è tra i fondatori del coordinamento locale de “Il Popolo della Libertà”, partito dal quale esce nel luglio 2012 per molteplici ragioni, ma soprattutto per il sostegno al Governo Monti a livello nazionale e la gestione delle nomine in ambito Cogeme spa a livello locale. Dopo 5 anni trascorsi a capo dell’Ammininstrazione Comunale, e dopo essere riuscito a risanare interamente la situazione economico-finanziaria dell’Ente ereditata 5 anni prima, fonda il Comitato Elettorale Azione Civica – Bianchi Sindaco nel quale entrano a farne parte in poco tempo decine e decine di concittadini (soprattutto giovani).

Alle Elezioni Amministrative del 26 e 27 maggio 2013 si presenta sotto l’insegna di Azione Civica – Bianchi Sindaco, con il solo appoggio esterno di Fratelli d’Italia, e con una squadra in parte rinnovata. Vince le elezioni con il 38% dei consensi con uno scarto sul secondo candidato di circa il 4%. E’ stato proclamato Sindaco per il mandato 2013-2018 in data 27 maggio 2013.

X