Data e Ora

Provincia di Brescia Regione Lombardia Governo Italiano Presidenza della Repubblica

Indennità

A quanto ammontano i compensi economici degli amministratori comunali ed in generale degli enti locali per il servizio che svolgono? Dipende dal numero di abitanti del paese che amministrano, dalla professione che esercitano, dall'andamento del bilancio comunale rispetto alla media regionale e da altri parametri. Le tabelle sono state definite dal Ministero dell'Interno in accordo con il Tesoro e sono contenute nel Decreto del 4 aprile 2000, n° 119. Ciò in applicazione della famosa legge Bassanini del 3 agosto 1999, n. 265, che ha fissato le nuove regole in materia di autonomia e di ordinamento degli enti locali. Il dato preponderante rimane comunque il numero di cittadini del comune in cui i sindaci svolgono la loro funzione, così come riportato dalla tabella.


GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
VALORI CONVERTITI IN EURO
(13/05/2000)







Indennità di funzione mensile dei sindaci
Comuni fino a 1.000 abitanti

€ 1.291,14
da 1.001 a 3.000 abitanti € 1.446,08
da 3.001 a 5.000 abitanti € 2.169,12
da 5.001 a 10.000 abitanti € 2.788,87
da 10.001 a 30.000 abitanti € 3.098,74
da 30.001 a 50.000 abitanti € 3.460,26
da 50.001 a 100.000 abitanti € 4.131,66
da 100.001 a 250.000 abitanti € 5.009,63
da 250.001 a 500.000 abitanti € 5.784,32
oltre 500.000 abitanti

€ 7.798,50














Indennità di funzione mensile dei presidente della provincia
Province fino a 250.000 abitanti

€ 4.131,66
da 250.001 a 500.000 abitanti € 5.009,63
da 500.001 a 1.000.000 abitanti € 5.784,32
oltre 1.000.000 abitanti

€ 6.972,17














Gettoni di presenza per i consiglieri comunali
Comuni fino a 1.000 abitanti

€ 17,04
da 1.001 a 10.000 abitanti € 18,08
da 10.001 a 30.000 abitanti € 22,21
da 30.001 a 250.000 abitanti € 36,15
da 250.001 a 500.000 abitanti € 59,39
oltre 500.000 abitanti

€ 103,29














Gettoni di presenza per i consiglieri provinciali
Province fino a 250.000 abitanti

€ 36,15
da 250.001 a 500.000 abitanti € 46,48
da 500.001 a 1.000.000 abitanti € 77,47
oltre 1.000.000 abitanti

€ 103,29
 
In grassetto le righe corrispondenti al Comune di Trenzano
Tutte le cifre riportate sono LORDE e NON cumulabili tra loro


Come dicevamo, oltre al numero degli abitanti, anche la professione esercitata dal primo cittadino influenza la sua "busta paga". Se il sindaco è un lavoratore dipendente o un pensionato l'importo riportato in tabella deve essere dimezzato, a meno che non richieda l'aspettativa per tutta la durata del mandato. I liberi professionisti al contrario percepiscono l'indennità piena, perché ritenuti più penalizzati per effetto degli oneri fiscali e previdenziali impliciti nel reddito d'impresa. Altre variabili che incidono sulla quantificazione dell'indennità di carica sono:

  1. Se la percentuale di entrate proprie del bilancio comunale risultanti dall'ultimo rendiconto è superiore alla media regionale, calcolato per fasce di numero di abitanti, scatta una maggiorazione del 3 per cento.
  2. Se la spesa corrente pro capite dell'ultimo bilancio approvato è superiore alla media regionale, calcolata sempre per fasce di popolazione, scatta un incremento del 2 per cento sull'importo in tabella. E' prevista la facoltà di introdurre ulteriori incrementi fino al 15 per cento dell'importo fissato dalla legge previa assunzione di delibera motivata. Ma è possibile anche ridurre o addirittura rinunciare al compenso.

Il Decreto del 4 aprile 2000, n° 119, fissa anche il compenso dei vicesindaci e degli assessori. Ai consiglieri comunali invece si attribuiscono i cosiddetti gettoni di presenza, una sorta di indennità di presenza in aula. Ai vicesindaci e agli assessori è corrisposto un compenso mensile pari a una percentuale dello stipendio del sindaco, sempre in base al numero di cittadini del comune. Anche il gettone di presenza dei consiglieri comunali varia a seconda del numero di abitanti del comune in cui sono stati eletti.

INDENNITA' DEL VICESINDACO
Ai vicesindaci di comuni con popolazione compresa tra mille e cinquemila abitanti è corrisposta un'indennità mensile di funzione pari al 20 per cento di quella prevista per i sindaci. A quelli con popolazione superiore alle 5.000 unità e fino a 10.000 è corrisposto uno stipendio mensile pari al 50 per cento. Ai vicesindaci di cittadine con oltre 10mila abitanti l'indennità è pari al 55 per cento.

INDENNITA' DEGLI ASSESSORI
Agli assessori di comuni con popolazione superiore a mille e fino a cinquemila abitanti è corrisposta un'indennità mensile pari al 15 per cento di quella prevista per i sindaci. Agli assessori di comuni con popolazione superiore a 5.000 unità e fino a 50.000 è corrisposto un compenso pari al 45 per cento.

SIA PER IL VICESINDACO SIA PER GLI ASSESSORI L’INDENNITA’ E’ DIMEZZATA SE SONO LAVORATORI DIPENDENTI O PENSIONATI


GETTONI DI PRESENZA PER I CONSIGLIERI COMUNALI
In sintesi, nei comuni da 1.001 a 10.000 abitanti, 18,08 € a seduta; da 10.001 a 30.000 abitanti, 22,21 €; da 30.001 a 250.000 abitanti, 36,15 € per ciascuna presenza in aula.