Trasparenza Gestione Rifiuti

OBBLIGHI DI TRASPARENZA
(Ai sensi della Delibera ARERA N. 444/2019/R/rif e Allegato A)

RACCOLTA E TRASPORTO RIFIUTI – SPAZZAMENTO E LAVAGGIO STRADE

Il servizio di gestione della raccolta e trasporto dei rifiuti urbani (RT) e il servizio di spazzamento e lavaggio strade (SL) è affidato dal 01/06/2020 alla società Eco S.E.I.B. s.r.l.

Link Utili:

GESTIONE TARIFFA RIFIUTI E RAPPORTI CON GLI UTENTI

Il servizio di gestione della tariffa rifiuti (TARI) e del rapporto con gli utenti è gestito direttamente dall’Ufficio Tributi comunale.

REGOLE CALCOLO TARI
La TARI è la tassa comunale sui rifiuti. Essa è composta da una tariffa fissa e da una tariffa variabile e comprende un tributo (TEFA) che il comune dovrà versare alla Provincia di Brescia, pari al 5% della tassa comunale.
La tariffa fissa, che comprende i costi fissi sostenuti dall’Ente per la gestione del servizio rifiuti, è determinata applicando alla superficie le tariffe parametrate al numero degli occupanti per le utenze domestiche ed alla tipologia di attività svolta per quelle non domestiche. La tariffa variabile, che comprende i costi variabili tra i quali lo smaltimento, è, invece, determinata come segue:

  • servizi di raccolta porta a porta: applicando le tariffe differenziate in base al numero degli occupanti (per le utenze domestiche) o alla tipologia di attività (per le utenze non domestiche);
  • conferimento di rifiuti presso il centro di raccolta: applicando le tariffe ai kg conferiti.

Dall’anno 2019 nella TARI è compreso un numero di conferimenti di rifiuto indifferenziato previsto in base al numero di componenti del nucleo familiare o alla tipologia di attività svolta.
Il numero dei conferimenti eccedenti rispetto a quelli compresi nella TARI “base” tramite il servizio porta a porta, nonché i conferimenti che saranno effettuati nel corso dell’anno presso il centro di raccolta, sono addebitati (o scontati in caso di conferimento di carta, vetro e plastica al centro di raccolta) a conguaglio con la TARI dell’anno successivo.
La quota addebitata è rapportata ai giorni in caso di occupazione per un periodo inferiore all’anno.
L’obbligazione tariffaria decorre dal giorno in cui ha avuto inizio l’occupazione o la detenzione dei locali ed aree e sussiste sino al giorno in cui ne è cessata l’utilizzazione, purché debitamente e tempestivamente dichiarata.
Se la dichiarazione di cessazione è presentata in ritardo si presume che l’utenza sia cessata alla data di presentazione, salvo che l’utente dimostri con idonea documentazione la data di effettiva cessazione.

MODALITA’ DI ATTIVAZIONE/CESSAZIONE/VARIAZIONE TARI
Per l’attivazione, la cessazione e la variazione della tari deve essere presentata apposita dichiarazione al protocollo del comune a mano, via fax (0309977531) o via mail (protocollo@pec.comune.trenzano.bs.it), utilizzando i seguenti modelli:

CONSEGNA-SOSTITUZIONE CONTENITORI STANDARD/ETICHETTE/TESSERINO ISOLA ECOLOGICA
Una volta presentata la dichiarazione per l’attivazione potranno essere ritirati all’ufficio tributi comunale i propri codici a barre e la tessera per l’isola ecologica (solo per le utenze NON domestiche), ed il tagliando per il ritiro presso l’isola ecologica comunale della fornitura standard (1 contenitori grigio da lt 25 per il secco residuo, 1 contenitore marrone da lt 20 per l’umido, 1 contenitore verde da lt 25 per il vetro, n. 2 rotoli sacchetti grigi per il secco residuo, n. 2 rotoli sacchetti bianchi per l’umido, n. 2 rotoli sacchetti gialli per la plastica).
Per la sostituzione dei contenitori deteriorati è necessario recarsi direttamente all’isola ecologica, mentre la ristampa dei codici a barre è da richiedere all’ufficio tributi comunale. La sostituzione è gratuita.

CONTENITORI DI MAGGIORI CAPACITA’/PRESIDI SANITARI
La fornitura di contenitori di maggiori capacità rispetto alla fornitura standard, compreso il contenitore per il conferimento dei pannolini, è a pagamento e deve essere richiesta tramite apposito modulo.
Per le utenze con soggetti che utilizzano presidi sanitari la fornitura del contenitore da lt 50 per il conferimento di presidi è gratuita e deve essere richiesta compilando la richiesta per la gratuità del conferimento e dello smaltimento presidi per l’incontinenza e l’assorbenza, ed il modello di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante l’utilizzo quotidiano di presidi per l’incontinenza e l’assorbenza.

SVUOTAMENTI ECCEDENTI
La tassa è commisurata ad un quantitativo massimo di rifiuto indifferenziato che ogni utenza può produrre, per evitare che un’utenza produca rifiuti il cui costo di smaltimento è superiore a quanto pagato.
Nel caso delle utenze domestiche il quantitativo massimo varia a seconda del numero dei componenti e si riferisce a quante volte annualmente si può esporre il contenitore standard dell’indifferenziato (lt 25). Per ogni conferimento oltre il numero assegnato sarà addebitato un importo per ogni conferimento. Il numero di conferimenti e l’importo di ogni conferimento sono deliberati annualmente dalla Giunta Comunale, tenendo in considerazione di agevolare i nuclei familiari che hanno a carico soggetti minori di anni 3 e soggetti che utilizzano presidi sanitari.
Per le utenze non domestiche il quantitativo massimo è pari alla superficie tassata moltiplicata per i litri con riferimento alla categoria TARI dell’utenza. Per ogni litro oltre il numero di litri assegnati sarà addebitato un importo. Il numero di conferimenti e l’importo di ogni conferimento sono deliberati annualmente dalla Giunta Comunale.
Sarà, inoltre, verificato a consuntivo il numero di conferimenti di rifiuto umido rilevato dalle utenze domestiche che usufruiscono della riduzione per compostaggio domestico/scarti organici per nutrire animali da cortile. Nel caso in cui il numero di conferimenti superi il numero assegnato annualmente, sempre con deliberazione della Giunta Comunale, la riduzione non sarà applicata e a conguaglio verrà addebitato l’importo pari alla riduzione applicata.
PER L’ANNO 2020 NON SARANNO ADDEBITATI CONFERIMENTI EXTRA.

RIDUZIONI

Riduzioni per le utenze domestiche e non domestiche
Riduzione per mancato svolgimento del servizio: La tassa è dovuta nella misura del 20% della tariffa, in caso di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall’autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all’ambiente.
Riduzione per utenze non servite: Nelle zone in cui non è effettuata la raccolta porta a porta, la tariffa variabile è ridotta del 60% per le utenze ubicate ad una distanza superiore a 500 metri dal più vicino punto di conferimento, misurato dall’accesso dell’utenza alla strada pubblica.

Dalla tassa è possibile, inoltre, applicare delle riduzioni che devono essere dichiarate dall’utente con le modalità previste da regolamento.

Riduzioni per le utenze domestiche
La tariffa variabile è ridotta nei seguenti casi:
Uso stagionale: riduzione del 80% per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, per un periodo non superiore a 183 giorni nell’anno solare (modello dichiarazione riduzione)
Residenza/Dimora all’estero: riduzione del 80% per abitazioni occupate da soggetti che risiedono o hanno la dimora, per un periodo superiore a sei mesi all’anno, all’estero (modello dichiarazione riduzione)
Compostaggio domestico/scarti organici per nutrire animali da cortile: riduzione del 30% nel caso di utilizzo di sistemi di compostaggio dei propri scarti organici o riduzione delle quantità di rifiuto umido utilizzando gli scarti organici per nutrire i propri animali da cortile. Il sistema di compostaggio deve essere effettuato nel rispetto delle prescrizioni previste dal vigente regolamento comunale per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed assimilabili. Inoltre, deve essere tenuto in considerazione il numero massimo di conferimenti annuali a disposizione (vedere “Svuotamenti eccedenti”) (modello dichiarazione riduzione)
BONUS conferimento CARTA, VETRO PLASTICA presso il centro di raccolta: riduzione per conferimento di carta, plastica, vetro e lattine presso il centro di raccolta. Questa riduzione si manifesta attraverso l’assegnazione di un bonus la cui misura viene deliberata annualmente dal Consiglio Comunale unitamente alle tariffe.

Riduzioni per le utenze non domestiche
Uso stagionale/Uso non continuativo: La tariffa variabile si applica in misura ridotta del 30% ai locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare
Avvio al recupero: Il produttore di rifiuti speciali assimilabili agli urbani, che dimostri mediante attestazione del soggetto che effettua l’attività di recupero dei rifiuti stessi di averli avviati a recupero, ha diritto ad una riduzione della parte variabile della tassa proporzionale alla quantità di rifiuti assimilabili avviati al recupero.
La percentuale della riduzione è data dal rapporto tra il quantitativo documentato di rifiuti assimilati agli urbani avviati al recupero e la produzione complessiva di rifiuti assimilati agli urbani prodotti dall’utenza non domestica nel corso dell’anno solare, non può in ogni caso superare il limite massimo del 20%.

AGEVOLAZIONI STRAORDINARIE COVID-19
– utenze domestiche: riduzione della TARI del 10% per le famiglie con 5 o più componenti.
– utenze non domestiche: riduzione della TARI del 50% per le utenze che non hanno potuto esercitare la propria attività a causa delle disposizioni di chiusura emanate a livello nazionale e/o regionale; riduzione della TARI del 30% per le utenze rientranti nelle categorie di Uffici, Agenzie e Studi professionali che hanno potuto esercitare l’attività con limitazioni.
– non applicazione della tariffa nel caso di conferimenti extra;

Per ulteriori informazioni sulle agevolazioni previste si rimanda all’apposito regolamento comunale.

Riepilogo tariffe conferimenti tari ANNO 2020 – utenze DOMESTICHE
Riepilogo tariffe conferimenti tari ANNO2020 – utenze NON Domestiche

Deliberazione Consiglio Comunale n. 60 del 17/12/2018 di approvazione tariffe e scadenze versamento tari anno 2019
Deliberazione Consiglio Comunale n. 30 del 28/09/2020 di approvazione tariffe e scadenze versamento tari anno 2020
Deliberazione Giunta Comunale n. 2 del 19/01/2019 di determinazione dei conferimenti compresi nella tari delle utenze domestiche e delle utenze non domestiche anno 2019  (ATTENZIONE PER L’ANNO 2020 NON SARANNO ADDEBITATI CONFERIMENTI EXTRA DI RIFIUTO INDIFFERENZIATO PORTA A PORTA)

Regolamento per l’applicazione della TARI approvato con deliberazione del C.C. n. 7 del 17/02/2020

MODALITA’ DI VERSAMENTO
Il versamento può essere effettuato presso lo sportello di un qualsiasi istituto bancario o postale tramite modello F24 gratuitamente.
I modelli di pagamento sono allegati all’avviso bonario. In caso di smarrimento è possibile recarsi presso l’Ufficio Tributi per chiederne copia.

SCADENZE 2020:
– soluzione unica o prima rata: 30 novembre 2020;
– seconda rata: 26 febbraio 2021;

Cosa succede se non ho ricevuto l’avviso di pagamento TARI?
Il Comune effettua l’invio degli avvisi bonari di pagamento a mezzo posta, via mail per tutti i cittadini che ne hanno fatto richiesta e a mezzo PEC a tutti i soggetti tenuti all’uso della posta elettronica certificata. La TARI è un tributo in autoliquidazione e quindi soggetto a scadenze di versamento fissate dal Consiglio Comunale. In caso di mancata ricezione è comunque obbligatorio effettuare il versamento entro i termini previsti per non incorrere in sanzione.
Se non hai ricevuto l’avviso di pagamento potrai quindi, entro la scadenza del pagamento, recarti presso lo sportello dell’Ufficio Tributi nelle giornate di apertura.
Cosa succede in caso di omesso/parziale versamento?
In caso di ritardato od omesso pagamento TARI, il Comune notifica un avviso di accertamento ESECUTIVO.
Oltre all’importo inizialmente dovuto a titolo TARI sono applicate le sanzioni previste a seconda della violazione commessa, gli interessi e le spese di notifica.
Il pagamento dell’avviso di accertamento è dovuto entro il termine e le modalità specificate sull’atto. In caso di mancato pagamento oltre il suddetto termine si applicano anche gli oneri di riscossione previsti dal comma 803 dell’articolo 1 della Legge 160/2019.
È possibile sanare la violazione prima che venga accertata dal Comune pagando una sanzione ridotta al minimo, ricorrendo al ravvedimento operoso. Il conteggio del ravvedimento può essere effettuato recandosi da un professionista (CAF, Commercialista) o presso lo sportello dell’Ufficio Tributi.

I contribuenti che debbano segnalare eventuali errori nella determinazione del dovuto TARI possono contattare direttamente l’Ufficio Tributi telefonicamente oppure via mail.

In una logica di contenimento dei costi del servizio di nettezza urbana, di velocizzazione della trasmissione nonché della riduzione dell’utilizzo della carta, è possibile trasmettere, se posseduto, il proprio indirizzo mail o di Posta Elettronica Certificata – PEC, al fine di permettere l’invio di tutta la corrispondenza riguardante la TARI all’Ufficio Tributi via mail specificando il nominativo e il codice fiscale dell’intestatario dell’avviso di pagamento ed allegando copia del documento d’identità.

Sito internet ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente)

VARIAZIONI DI RILIEVO NELLE CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO: NON PRESENTI

Per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento relativo alla gestione della TARI:
Ufficio Tributi
Tel. 030 9709306
Email ufficiotributi@comune.trenzano.bs.it
Orari d’apertura al pubblico:
lunedì e venerdì ore 9.00-12.30
mercoledì ore 14.00-17.00.

 

X