Regione Lombardia comunica che dal 15 al 22 Aprile i residenti lombardi della Provincia di Brescia potranno aderire al bando regionale volto ad erogare contributi una tantum di sostegno alle famiglie economicamente colpite dalla crisi sanitaria in corso.

Che cos’è?

Si tratta di un contributo a fondo perduto di 500,00€ erogato ai soggetti che al momento di presentazione della domanda siano:

  • residenti in Lombardia;
  • genitori di almeno un minore di 18 anni (17 anni e 364 giorni) a carico, residente nel proprio nucleo familiare;
  • possessori di un ISEE 2021 minore o uguale a 30.000,00 euro;
  • stati soggetti ad una riduzione dell’attività lavorativa dimostrabile da una delle seguenti situazioni legate all’emergenza Covid, a partire dal 31 gennaio 2020 (data della dichiarazione dello stato di emergenza di cui alla delibera del Consiglio dei Ministri): A) cassa integrazione o altri ammortizzatori sociali (a titolo esemplificativo: cassa integrazione guadagni, Cassa Integrazione in deroga, fondo di integrazione salariale, patti di solidarietà locale); B) disoccupazione, a cui è seguita la Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) e Patto di Servizio Personalizzato (PSP); C) partita IVA individuale attiva (libero professionista o ditta individuale), quale attività prevalente, e aver subìto un calo di fatturato/corrispettivi di almeno 1/3 tra 1° marzo – 31 ottobre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. In alternativa aver attivato la partita IVA a  partire dal 1° gennaio 2019.

**Tutti i requisiti, compresi quelli professionali, devono sussistere in capo al componente del nucleo familiare che presenta la domanda e devono essere ancora posseduti alla data di presentazione della domanda.

Come si partecipa?

Per partecipare è necessario aderire mediante la piattaforma Bandi Online di Regione Lombardia, muniti di PIN della CNS, oppure di SPID: clicca QUI per accedere.

 

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito istituzionale regionale, clicca QUI per accedere.

 

X