Si pubblica il nuovo informativo riguardante l’intervento economico per il sostegno alimentare delle famiglie più fragili durante la prosecuzione dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Che cos’è?

Si tratta di un’erogazione di sostegno economico, versata attraverso la corresponsione di “voucher” (o buoni spesa) da spendere presso esercizi commerciali che abbiano dato la propria disponibilità a livello comunale per l’acquisto di beni alimentari e di prima necessità. L’ammontare del buono spesa è variabile in ragione del numero dei componenti famigliari. Il massimo erogabile per nucleo è di € 600,00 (vedi allegato dell’avviso integrale con le tabelle).

Chi può accedere?

I destinatari del buono spesa dovranno essere in una o più delle seguenti situazioni:

– soggetti che abbiamo perso il lavoro dipendente a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19 successivamente al 23 febbraio 2020;

– soggetti che abbiamo dovuto sospendere o chiudere la propria attività professionale, artigianale o commerciale a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19(ovvero successivamente al 23 febbraio 2020);

– soggetti che abbiano subito una riduzione delle proprie entrare mensili da attività lavorativa (dipendente, flessibile, autonoma etc) in misura superiore al 50% rispetto al 2019;

– soggetti in stato di disoccupazione, già antecedentemente all’emergenza sanitaria, che non percepiscano ammortizzatori sociali (a titolo esemplificativo ma non esaustivo: naspi, integrazioni salariali);

– soggetto affetto da covid -19 in situazione di fragilità socio-economica;

– soggetto privo di occupazione e non destinatario di sostegni pubblici;

– soggetto decaduto/sospeso dalla misura “reddito di cittadinanza”;

– soggetto a cui è stato decurtato l’importo relativo alla misura “reddito di cittadinanza”;

– nucleo familiare numeroso con più di 5 componenti, di cui almeno 2 minori ( con valutazione della situazione di fragilità a cura del servizio sociale);

– genitore solo con almeno un minore a carico(con valutazione della situazione di fragilità a cura del servizio sociale);

– anziano solo percettore di pensione minima;

– nucleo familiare con presenza al proprio interno di persona riconosciuta invalida civile in misura pari o superiore al 67%;

– categoria di soggetti non comprese dai dispositivi in definizione a livello ministeriale (con valutazione della situazione di fragilità a cura del servizio sociale).

**Può presentare domanda un solo componente per ciascun nucleo famigliare.

 

Come si presenta domanda?

I cittadini residenti nel territorio comunale, dovranno far pervenire al protocollo dell’ente apposita domanda dal 3 Marzo al 6 Aprile 2021 con consegna a mano della modulistica, ovvero tramite mail a info@comune.trenzano.bs.it.
Il servizio sociale si riserva di contattare i richiedenti per approfondimenti e/o accertamenti  sulla condizione socio- economica dichiarata

 

Si pubblica copia dell’avviso, clicca QUI per scaricare. Copia della domanda disponibile QUI.

Si allega altresì l’elenco degli esercenti aderenti, clicca QUI per scaricare.

X