Si pubblica copia del bando trasmesso dall’Ambito Distrettuale Oglio Ovest per l’erogazione di sostegni a progetti di vita indipendente.

Per vita Indipendente si intende la possibilità per una persona con grave disabilità fisico motoria grave, di età compresa tra i 18 e i 64 anni, che vive da sola al domicilio, con capacità di esprimere la propria volontà e che intende realizzare il proprio progetto di vita indipendente, senza il supporto del caregiver familiare, ma con l’ausilio di un assistente personale, autonomamente scelto e regolarmente assunto.

Chi può partecipare?

Possono partecipare:

  1. persone con disabilità grave (l. 104 art. 3, comma 3), in condizione di non autosufficienza, che vivono sole, che evidenzino un elevato indice di fragilità sociale e non riescono a svolgere in modo autonomo delle attività di vita quotidiana (ADL) e delle attività strumentali alla vita quotidiana (IADL);
  2. età compresa tra i 18 e i 64 anni, compiuti alla data del 31/12/2019;
  3. in possesso della certificazione di gravità ai sensi della L. 104 art. 3, comma 3 o certificazione di invalidità al 100% con indennità di accompagnamento;
  4. non frequentanti servizi residenziali sociosanitari o sociali;
  5. in possesso di ISEE socio sanitario non superiore a Euro 20.000,00. (in assenza di ISEE è possibile accogliere la domanda corredata dalla simulazione dell’Isee effettuata dal sito INPS salvo poi perfezionare la pratica entro i successivi 60 giorni dalla data di presentazione).

 

I progetti dovranno riguardare la definizione di percorsi di accompagnamento in favore di persone disabili che vivono da sole, per consentire l’esercizio e lo sviluppo dell’autodeterminazione e il miglioramento della
qualità della vita della persona con disabilità.

Ciò che caratterizza i progetti di vita indipendente è l’assistenza personale autogestita che permette alla persona con disabilità di vivere a casa propria e di organizzare la propria vita e alle famiglie di essere più
libere da obblighi assistenziali.

Si tratta di progetti nei quali la persona con disabilità propone e gestisce il proprio piano personalizzato di assistenza, in base alle sue specifiche esigenze, al fine di conseguire obiettivi di vita indipendente, parità di
opportunità ed integrazione sociale.

Il progetto deve quindi prevedere.

  • la presenza di personale di assistenza per un numero di ore adeguate ai bisogni della persona richiedente l’attivazione;
  • l’individuazione delle azioni / interventi che devono essere assicurate dal personale di assistenza.

Tali azioni possono riguardare tutti gli ambiti di vita della persona ed in specifico attività:
-di cura della persona (igiene, vestizione, alimentazione, mobilizzazione),
-di cura dell’ambiente domestico e di vita (organizzazione dell’abitazione, abbigliamento, preparazione pasti, commissioni e disbrigo pratiche),
-di supporto in ambito lavorativo e/o formativo,
-che favoriscono le uscite, l’integrazione sociale, la partecipazione ad attività sportive e del tempo
libero.
La persona con disabilità sceglie autonomamente i propri assistenti personali e deve provvedere a regolarizzarne il rapporto con un contratto di lavoro privato, nel rispetto della normativa vigente oppure può avvalersi anche del servizio di terzi che sceglie personalmente e con cui concorda le modalità di attuazione secondo le proprie esigenze.

L’assistenza personale può essere complementare ad altri interventi e servizi connessi alla domiciliarità.

 

Che cos’è?

Al bando sono destinati complessivamente € 9.000,00 come da piano finanziario.
Il costo massimo del progetto per l’anno 2020 è pari ad € 2.250,00 per il valore di un buono sociale mensile pari a € 250,00 per 9 mesi (da aprile a dicembre 2020).
I progetti saranno valutati ai fini dell’ammissione, rispetto alla congruità con i criteri indicati dalla Dgr 2720/2019, da apposita commissione. A seguito di ammissione al finanziamento verrà definito l’elenco dei progetti ammessi; il contributo mensile potrà essere riparametrato a seconda del numero di richieste presentate ai fini dell’accettazione di tutte le domande ritenute idonee.

 

Come si partecipa?

Il progetto individualizzato viene definito tra la persona disabile e gli operatori di riferimento che hanno in carico la situazione (Comune e/o Asst).
Le domande potranno essere presentate dal giorno 12/05/2020 entro il giorno 12/06/2020 al Comune di residenza che le caricherà nella cartella sociale informatizzata Vividi. Il portale, una volta verificati i requisiti di ammissibilità della domanda, elaborerà in automatico la graduatoria. Non sarà pertanto possibile effettuare integrazioni della documentazione oltre la scadenza del presente bando, fatto salvo eventuale integrazione a
perfezionamento della pratica, dell’Isee richiesto.
A seguito della presentazione della domanda e del progetto di intervento, il servizio sociale di residenza effettuerà una visita domiciliare al fine di redigere il PI (Progetto Individualizzato), parte integrante della
documentazione da allegare alla domanda e presupposto perchè possa essere erogato il Buono sociale per Progetti di Vita Indipendente.
Nel caso di valutazione multidimensionale integrata Asst/comuni, il PI dovrà essere sottoscritto dal servizio sociale comunale, dall’Asst territorialmente competente e dal beneficiario.

E’ necessario allegare:

  • copia del certificato di disabilità grave (art 3 comma 3 L. 104/92) e documentazione attestante la diagnosi;
  • progetto individualizzato e piano personalizzato di intervento come da schema allegato (con precisazione delle richieste, della tempistica, della descrizione e quantificazione delle necessità di assistenza personale, dei relativi costi…);
  • relazione dell’operatore di riferimento (Comune e/o Asst) a sostegno della domanda;
  • ISEE socio sanitario ai sensi della normativa vigente (DPCM 159/2013);
  • ADL e IADL a cura del servizio scoiale.

 

Per maggiori informazioni, prego contattare l’Ufficio Servizi Sociali al n. tel. 030/9709322-314.

Si allega copia del bando, clicca QUI per scaricare.

Si allega copia del modello di schema di progetto, clicca QUI per scaricare.

Si allega copia del modello di domanda, clicca QUI per scaricare.

 

X