Seggiolini, navicelle, ovetti, vanno utilizzati sin dai primi giorni di vita del bambino e anche per brevi tragitti. Infatti i maggiori incidenti si verificano su strade urbane  proprio per quei tratti di strada che si pensa siano i meno pericolosi.
Tenere tra le braccia un bambino non è  garanzia di alcuna protezione: si muore in pochi metri anche protetti da un abbraccio.

1) Gli incidenti d’auto sono tra le prime cause di morte tra i bambini;
2) La maggior parte degli incidenti si verificano su strade urbane;
3) 6 bambini su 10 non viaggiano sul seggiolino auto o con dispositivi di ritenuta adeguati;
4) Un bimbo di 10 kg in un impatto a soli 50 km/h produce un forza  di 200 kg;
5) L’uso del seggiolino auto riduce il rischio di:

  • lesioni gravi sino al 90 %;
  • morte sino al 70 %  sotto l’anno;
  • morte sino al 50 % nella fascia da 1 a 4 anni.

La vita vale più di un capriccio! 

  • coi bambini il buon esempio dà più risultati di tante parole;
  • con nonni, parenti e amici è necessaria fermezza e passaparola;
  • non farsi mai scrupoli a pretendere che i bambini siano allacciati ai seggiolini, navicelle e ovetti.

La sicurezza è un atto d’amore prima di essere un obbligo di legge.

Come scegliere seggiolini, navicelle e ovetti?

La normativa prevede diverse categorie di dispositivi in base al peso e all’altezza del bambino:

  • Gruppo 0: le navicelle, dalla nascita a 10 kg, adatte per i piccolissimi e, se omologate, devono essere disposte sui sedili posteriori in senso trasversale;
  • Gruppo 0+: gli ovetti, dalla nascita sino a 13 kg, posizionati sui sedili posteriori sempre in senso contrario a quello di marcia, con obbligo di disattivazione dell’airbag se presente;
  • Gruppo 1: bambini dai 9 ai 18 kg posizionati sui sedili posteriori rivolti solo ed esclusivamente verso il senso di marcia;
  • Gruppo 2: bambini dai 15 ai 25 kg posizionati sui sedili anteriori o posteriori rivolti nel senso di marcia;
  • Gruppo 3: bambini dai 22 ai 36 kg posizionati sui sedili anteriori o posteriori rivolti nel senso di marcia.

Con la normativa ECE 129 (i-Size) è stato introdotto l’obbligo dello schienale per  tutti i seggiolini auto per bambini sotto i 125 cm di altezza (per prodotti di nuovo sviluppo)  e del seggiolino auto rivolto in senso contrario  a quello di marcia fino a 15 mesi.

L’utilizzo dei dispositivi di ritenuta è un obbligo di legge: chi non lo rispetta è soggetto ad una sanzione da 80 a 323 euro oltre alla sospensione della patente da 15 giorni a due mesi nel caso di due sanzioni per la stessa infrazione nell’arco di due anni.

Importante:

  • Il trasporto in braccio ad un adulto non protegge il bambino;
  • la normale culla del bambino non deve mai essere utilizzata in auto;
  • il seggiolino va rivolto in senso contrario alla direzione di marcia fino ai 15 mesi di età del bambino;
  • ​obbligo di uno schienale per tutti i seggiolini auto per i bambini sotto i 125 cm d’altezza (per prodotti di nuovo sviluppo);
  • è più sicuro il sedile posteriore centrale (altrimenti meglio quello di destra);
  • è bene inserire il blocco porte se il seggiolino  è fissato vicino ad una portiera;
  • si deve disattivare l’airbag se il seggiolino è posto sul  sedile anteriore nel senso di marcia.

Dal 2017 coesistono due norme  europee  di omologazione dei sistemi di ritenuta (seggiolini, ovetti, navicelle) con un sistema differente di classificazione:

  • la ECE R44 basata sul peso del bambino;
  • la ECE R129 (i-Size) che affianca  la precedente con molte novità, tra cui la classificazione in base all’altezza del bambino.

È necessario controllare sempre la presenza dell’etichetta di omologazione europee.

La norma i-Size prevede anche:

  • l’omologazione per la protezione da impatti laterali;
  • obbligo dell’attacco ISOFIX per i prodotti dedicati ai bambini più piccoli (fino a 105 cm di altezza).

DOMANDE  E RISPOSTE FREQUENTI

Se ho un seggiolino auto ECE R44 devo sostituirlo con uno ECE R129 (i-Size)?
No, chi già possiede un seggiolino ECE R44 non ha alcun obbligo di sostituzione secondo le nuove norme ECE R129 che riguardano, per ora, solo i costruttori per l’omologazione.
Come devo disporre in auto un seggiolino ECE R44?
  • Gruppo 0 (“navicelle”), 0-10 Kg, disposte sui sedili posteriori, trasversalmente;
  • Gruppo 0+ (“ovetti”), 0-13 Kg, disposti sui sedili posteriori, in senso contrario a quello di marcia;
  • Gruppo 1 (“seggiolini”), 9-18 Kg, disposti sui sedili posteriori, nel senso di marcia;
  • Gruppo 2 (“seggiolini”), 15-25 Kg, disposti sui sedili posteriori, nel senso di marcia (*);
  • Gruppo 3 (“seggiolini” ed “alzatine”), 22 ai 36 Kg, disposti sui sedili posteriori, nel senso di marcia (*).

    (*) Anche nel sedile anteriore, disposti nel senso di marcia, avendo disattivato l’airbag.

Per il montaggio e l’utilizzo dei seggiolini auto è necessario sempre attenersi scrupolosamente al Manuale d’istruzione.
Come faccio a montare un seggiolino sull’auto?
È necessario sempre attenersi scrupolosamente alle indicazioni del Manuale di istruzione.
Sul retro dei seggiolini sono, inoltre, sempre presenti i pittogrammi, disegni che illustrano le corrette modalità di montaggio e di utilizzo.
Esistono anche video tutorial dedicati che guidano l’utente alla corretta installazione sull’auto dei sistemi di ritenuta.
Anche i rivenditori dei seggiolini forniscono un valido supporto al montaggio.
E se il bambino non entra più nell’ovetto prima dei 15 mesi? Ho l’obbligo di posizionare il seggiolino in senso contrario di marcia?
Se il bambino è troppo grande per l’ovetto è necessario utilizzare un seggiolino idoneo più grande e attenersi sempre scrupolosamente alle istruzioni del seggiolino sia per il montaggio sia per l’utilizzo dello stesso:
  • Gruppo 1: seggiolini posizionati sui sedili posteriori rivolti solo ed esclusivamente nel senso di marcia;
  • Gruppo 2 e Gruppo 3: seggiolini posizionati sui sedili anteriori e posteriori rivolti nel senso di marcia.
L’obbligatorietà del posizionamento del seggiolino in senso contrario di marcia fino all’età di 15 mesi riguarda esclusivamente la normativa ECE R129, secondo cui verranno prodotte diverse tipologie di seggiolini.
La normativa ECE R129 è basata sull’altezza dei bambini e, pertanto, i sistemi di ritenuta saranno di dimensioni maggiori rispetto ai precedenti gruppi appartenenti alla normativa storica ECE R44.
Le compagnie di taxi sono dotate di seggiolini auto per i bambini?
Per i taxi non esiste l’obbligo di avere i seggiolini per i bambini (non esiste una normativa specifica in merito).
I pullman, autobus e treni sono dotati di sistemi di ritenuta idonei ai bambini?
Le società di trasporto pubblico locale (treno, autobus, ecc.) non hanno l’obbligo di fornire sistemi di ritenuta per bambini.
Che cos’è il sistema isofix?
Il sistema isofix è un sistema di aggancio internazionale che non utilizza le cinture di sicurezza dell’auto ma prevede l’installazione del seggiolino direttamente al sedile dell’auto tramite appositi ganci presenti sul sistema di ritenuta. Al momento è il modo più stabile e sicuro di aggancio, soprattutto per la facilità di installazione che elimina eventuali errori in fase di montaggio.
Tutte le auto hanno il sistema isofix?
No, solo le autovetture prodotte dal 2006 dispongono del sistema isofix.
Devo cambiare la macchina se non ho l’attacco isofix?
Non vi è alcun obbligo di sostituzione della vettura se sprovvista degli attacchi isofix, essendo ancora in vigore la normativa ECE R44.
Se il bambino pesa 40 Kg ma è alto 140 cm devo utilizzare ancora un sistema di ritenuta per bambini?
Sì, è necessario utilizzare ancora un seggiolino o un’alzatina. L’uso del sistema di ritenuta è obbligatorio per i bambini fino ai 150 cm di altezza perché sollevano il bambino per portarlo all’altezza adatta per l’utilizzo delle normali cinture di sicurezza.

Link di riferimento: http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/Sicurezza-e-protezione-civile/Sicurezza-sulle-strade/trasposrto-sicuro-bambini

X